Merial-insiemesenzapensieri


frontline
Il Senso del cane

L'iniziativa > Presentazione


“Insieme Senza Pensieri” è una iniziativa di Frontline Combo Education Program® per una migliore convivenza con i nostri amici a quattro zampe.

Chi ha un animale lo sa: condividere il proprio tempo libero con l’amico a quattro zampe rende più ricca e completa la vita di entrambi. Spesso però un giro per negozi o una pizza con gli amici sono appuntamenti in cui non possiamo coinvolgere il nostro cane: ancora molti esercizi pubblici espongono l’antipatico cartello “Io non posso entrare”.
I motivi del rifiuto sono diversi, e non sempre del tutto sbagliati: convinzione che gli animali non siano puliti, che portino malattie o che diano fastidio agli altri clienti. Per riuscire a superarli è necessaria la collaborazione e la buona educazione di tutti i proprietari di cani.

“Insieme senza pensieri” nasce dall’esperienza quotidiana di quasi tutti i proprietari di animali: quante volte dobbiamo cambiare programmi per le vacanze perché molti alberghi non accettano animali? E quanto è difficile trovare una pizzeria dove passare una serata con gli amici, senza lasciare a casa quelli a quattro zampe? La stessa cosa vale per negozi, musei e molti altri esercizi pubblici: ancora in molti casi si trova l’antipatico cartello “Io non posso entrare”, che ci costringe a cambiare negozio o addirittura a lasciare il cane a casa (o peggio in macchina) ad annoiarsi.

I motivi del rifiuto sono diversi (la convinzione che gli animali non siano puliti, che portino malattie o che diano fastidio agli altri clienti), e non sempre del tutto sbagliati. Per convincere gli esercenti a rimuoverli è necessaria la collaborazione e la buona volontà di tutti i proprietari di cani: tutti i proprietari dovrebbero infatti comprendere che non tutti condividono l’amore per gli animali, che è necessario rispettare le opinioni di tutti e di conseguenza far sì che il proprio amico peloso non si comporti in modo da infastidirli o spaventarli. Ecco perché gli animali devono ricevere una educazione di base, che non vuol dire imporre comportamenti contro natura ma al contrario aiutare il cane a inserirsi meglio nella società umana e a godere così di molte più ore di libertà insieme al suo proprietario, invece di passare il tempo chiuso in casa o in macchina. Per il cane, infatti, la vera felicità è stare con il suo compagno umano!
Infine, anche agli esercenti viene chiesto un aiuto per “rompere il ghiaccio”, non vietando indiscriminatamente l’ingresso a tutti ma premiando quelle “coppie” proprietario-cane che mostrano un comportamento corretto.


Privacy Policy - Insiemesenzapensieri ©2009